Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 28 aprile 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 12 novembre 2014, 10:39 m.

Pella: lago esondato in piazzetta, frana ad Alzo

Evacuata la zona della strada che porta alla Madonna del Sasso

PELLA – Ancora danni provocati dal maltempo nel Novarese, in particolare nell’alta provincia di Novara.

Nelle ultime ore le forti precipitazioni hanno determinato una frana ad Alzo di Pella, nel Cusio.
Un’abitazione è andata interamente distrutta (come si vede nella foto di Maurizio Ferlaino) e l’intera zona posta all’incrocio della strada che porta alla Madonna del Sasso è stata evacuata. Fortunatamente nessun ferito.

Al momento sono una quarantina le persone evacuate. Si prevede di possa arrivare a 65. Il rischio è che Pella possa rimanere isolata per le vie di accesso.

Le scuole di Alzo sono chiuse già da questa mattina, mercoledì 12 novembre, e nelle ultime ore il lago d’Orta (già uscito nella zona di Omegna, a ridosso dei giardini pubblici) è esondato anche a Pella, raggiungendo la piazzetta centrale del paesino del Cusio.

Problemi anche nella zona di Cureggio, dove è stata chiusa la strada provinciale 142 Biellese, nel tratto del Piano Rosa.

Chiusa anche la Novara-Domodossola, sempre per problemi legati al maltempo.

Nella serata di ieri martedì 11 novembre l’Arpa Piemonte segnalava come il livello del lago Maggiore stesse continuando a crescere con velocità di circa 2 cm all’ora nelle ultime 12. L’ultimo dato registrato è pari a 5,9 metri ossia 10 cm al di sotto della soglia di pericolo ed è aumentato di 25 cm nelle ultime 12 ore.

Le piogge sono attese ancora molto forti tra Verbano, Alto Novarese, Alto Vercellese. Costantemente monitorati i corsi d’acqua, dal Sesia all’Agogna.

Come riferisce la Provincia di Novara allagamenti anche in alcune strade dell’Alto e Medio Novarese, oltre alla già citata provinciale 142. I tecnici provinciali e il presidente Matteo Besozzi sono sul campo, insieme al prefetto, ai responsabili della Protezione civile e alle Forze dell’ordine per monitorare la situazione. Non si registrano danni a persone. Sul sito della Provincia verrà pubblicato un bollettino per aggiornare costantemente la cittadinanza sulla situazione.

“Dal sopralluogo effettuato martedì mattina l’esondazione dei laghi Maggiore e Orta, pur causando disagi, risulta sotto controllo – spiega il presidente Matteo Besozzi – Con i tecnici, nel pomeriggio, ci sarà un’altra riunione operativa nella quale verranno valutati i dati provenienti dalla Svizzera e dal Ticino per valutare l’ondata di piena del lago Maggiore, prevista per martedì notte. Nel Novarese, la situazione più preoccupante – prosegue Besozzi – si registra nel Cusio, a Pella. Sul posto sono presenti costantemente i referenti della Protezione civile”.

La perturbazione ha messo in crisi tutto il reticolo idraulico del medio alto/novarese e si prevede che il fenomeno sarà in attenuazione dalle prime ore del pomeriggio di oggi, ma che comunque il lago Maggiore permarrà per le prossime 36 ore al di sopra del livello di pericolo.
“Si raccomanda la massima precauzione a chiunque intenda mettersi in viaggio – è l’invito del presidente della Provincia – in quanto la viabilità potrebbe subire ulteriori variazioni o criticità”.

Dall’11 novembre, intanto, è stata aperta la sala operativa provinciale e sono stati attivati i Com di Arona, Nebbiuno e Gozzano per l’evento meteo in corso e in particolare per far fronte alle esondazioni dei laghi.

Altre strade, oltre a quella che porta alla Madonna del Sasso da Pella, sono state interessate da piccoli fenomeni franosi e cospicui allagamenti. Queste le strade interessate dai fenomeni: la provinciale occidentale del lago d’Orta nel tratto tra Alzo ed il confine con la Provincia del Vco; la sp delle due riviere tra Sovazza e Gignese; la sp di Pettenasco tra Pratolungo e confine con la Provincia del Vco, la sp 167 dei rubinetti, la sp di Soriso; la provinciale Invorio-Bolzano Novarese tra Briga e il bivio per Bolzano, la provinciale Comignago-Oleggio Castello; la provinciale di Grignasco nel centro abitato di Grignasco, la sp Borgomanero-Prato Sesia (tra Prato e Cavallirio), la 142 (come già anticipato) nel territorio di Cavallirio e al ponte del fiume Sesia, la provinciale Ghemme-Cavaglio-Suno, da Ghemme fino a Baraggia di Suno, la provinciale di Cavaglietto, la sp Ghemme- Carpignano, la Sp Agnellengo-Barengo-Fara tra Agnellengo e Barengo, la provinciale Bellinzago-Sologno, la sp 20 a Borgolavezzaro.

Su altre strade interessanti, soprattutto del territorio dell’alto novarese, sono presenti allagamenti e restrizioni della carreggiata pur garantendo il transito.

Per il Vco, a seguito delle avverse condizioni meteorologiche, che in queste ore imperversano anche sul Verbano Cusio Ossola, la zona del Tecnoparco risulta difficilmente raggiungibile. La situazione tenderà a peggiorare nell’arco delle prossime ore portando, presumibilmente, lo stabile della sede della Provincia del Verbano Cusio Ossola al completo isolamento, soprattutto nella giornata di domani, in conseguenza al previsto innalzamento delle acque del lago di circa 70 cm.

Gli uffici amministrativi, pertanto, resteranno chiusi per l’intera giornata di domani 13 novembre, eccezion fatta per il Servizio di Protezione Civile, i Servizi Operativi sul territorio per la pubblica sicurezza e gli uffici delle sedi decentrate non coinvolte dalla calamità.

A causa delle forti precipitazioni si sono verificate diverse frane che hanno portato alla sospensione della circolazione dei treni per Domodossola. In particolare sulla linea Milano – Domodossola la circolazione è sospesa, da questa notte, per una frana tra Stresa e Belgirate. I treni regionali sono limitati a Stresa e Arona e sostituiti con bus. I treni  internazionali sono cancellati. I viaggiatori da e per la Svizzera utilizzano i treni programmati via Chiasso.

Monica Curino
Valentina Sarmenghi

 

Postato il giorno: mercoledì, 12 novembre 2014, 10:39 m.
Area Commenti
Lascia un commento

Caricamento in Corso... Caricamento in Corso...
Commenti
Numero commenti (0)

Dal Territorio

Cressa: tre denunciati per gestione illecita di rifiuti

Cressa: tre denunciati per gestione illecita di rifiuti
CRESSA, I carabinieri del Nucleo forestale di Carpignano Sesia e di Borgolavezzaro, assieme al nucleo investigativo dei carabinieri di Novara, hanno denunciato tre persone per la gestione e lo stoccaggio di rifiuti in difformità dalle autorizzazioni ambientali possedute dalle due ditte di cui sono titolari.   L’accusa, per i tre, è di gestione illecita di(...)

continua »

Altre notizie

Un brutto Novara crolla a Vicenza

Un brutto Novara crolla a Vicenza
Un Novara autore di una prova incolore esce sconfitto dal Menti di Vicenza. Gli azzurri in partenza danno l'idea di poter controllare la partita e trovano anche il vantaggio con Macheda. Il gol però sembra accontentare il Novara e a poco sale il Vicenza. Ebagua Bellomo e Orlando  trovano tre gol che annichiliscono la squadra di Boscaglia su cui scende la notte. Novara abulico(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Trenino turistico ad Arona, nuovo gestore cercasi

Trenino turistico ad Arona, nuovo gestore cercasi
ARONA - Non suona più da oltre sei mesi la sua inconfondibile campanella. Per il momento il “trenino turistico” (nella foto di Emanuele Sandon), da cinque anni a servizio della città per portare turisti, villeggianti e aronesi dal centro alla Rocca e al colosso di San Carlo, si è dovuto fermare. Forse ancora per poco. Scade oggi, mercoledì 26 aprile,(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top