Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 22 novembre 2017

Festa degli Alberi al Parco del Terdoppio e al nuovo bosco in strada Prelle

| Novara Città NOVARA - In occasione della Giornata nazionale dedicata agli alberi, il Comune ha organizzato due incontri di presentazione delle attività portate avanti dall’Unità progettazione e manutenzione del verde pubblico del Servizio Lavori pubblici, interventi giunti dopo un confronto progettuale congiuntamente condiviso tra gli assessorati ai Lavori pubblici, all’Ambiente, all’Urbanistica e all’Istruzione.Nella mattinata del 21 novembre gli assessori al Verde pubblico Simona Bezzi, e all’Urbanistica Federica Borreani, insieme con il Dirigente del Servizio Manutenzione patrimonio immobiliare Lavori pubblici Edoardo Candiani e con i tecnici dell’Unità progettazione e manutenzione verde pubblico Francesco Bosco, Pier Mario Travaglia e Sergio Carnero hanno illustrato le piantumazioni all’interno del parco del Terdoppio (con la messa a dimora di centocinquantadue platani adulti a integrazione delle piante già esistenti, opera di “ricucitura” e integrazione dei viali esistenti e di nuova formazione di un nucleo nel grande prato centrale) e, sempre nel quartiere Sant’Agabio, in strada Prelle (con l’ampliamento del nuovo bosco della città, area destinata alle forestazioni urbane pari a quasi due ettari di terreno nella quale, grazie ad una compensazione ambientale a costo zero per il Comune, sono stati piantati più di milleseicento nuovi alberi che integra i quasi cinque ettari già esistenti, importante isola per la biodiversità cittadina).Nella mattinata di oggi, mercoledì 22 novembre, l’assessore all’Istruzione Angelo Sante Bongo, gli assessori Bezzi e Borreani, il Dirigente e i tecnici dell’Unità progettazione e manutenzione Verde pubblico hanno presentato unitamente ai rappresentanti del Circolo Legambiente di Novara il progetto condiviso per il recupero dell’area di via Cefalonia, recentemente messa in ordine dopo anni di abbandono: saranno i bambini e i ragazzi delle Scuole “Don Milani” e “Bottacchi” (presenti con i loro insegnanti), insieme con i volontari di Legambiente, ad avviare il progetto sperimentale che vedrà la restituzione alla cittadinanza dell’area tramite progettazione e realizzazione partecipata di un frutteto libero e condiviso con l’attivazione di corsi di potatura e innesto tenuti dagli stessi volontari dell’associazione ambientalista. Questa mattina, intervallati dalle letture dei bambini sul tema dell’importanza degli alberi, sono stati simbolicamente piantati due meli. Da parte dell’Unità progettazione e manutenzione verde pubblico sono inoltre già stati previsti sessanta nuovi alberi di platano adulto resistente al cancro colorato che verranno messi a dimora nei primi mesi del 2018 nei viali cittadini potati l’anno passato e trentacinque alberi a Vignale a compensazione degli abbattimenti per il rifacimento del marciapiede di corso Risorgimento.

Sgarbi al teatro Coccia con il suo "Michelangelo"

| Appuntamenti NOVARA - Vittorio Sgarbi torna a Novara venerdì 24 novembre per lo spettacolo al Teatro Coccia "Michelangelo" (inizio alle 21, evento fuori stagione). Il critico d'arte, la cui collezione è in mostra al castello di Novara fino al 14 gennaio, racconterà la vita del Buonarroti accompagnato dalla musica di Valentino Corvino (compositore, in scena interprete) e assieme alle immagini rese vive dal visual artist Tommaso Arosio.  DoppioSenso è un progetto di Valentino Corvino e Tommaso Arosio, dedicato allo studio delle relazioni profonde esistenti tra suono e immagine. Linguaggi, tecnologie e immaginari della contemporaneità rielaborati e messi alla prova nello sviluppo di opere sceniche, performance ed installazioni. Biglietti dai 15 ai 30 euro. Per informazioni e biglietti www.fondazioneteatrococcia.it oppure presso la biglietteria del teatro aperta da martedì a sabato dalle 10.30 alle 18.30 (0321233201). Sgarbi si è reso protagonista nei giorni scorsi di un episodio che ha fatto molto discutere: in un video che ha caricato sul suo canale YouTube parla del fatto che una professoressa del liceo classico di Arona avrebbe espresso un parere negativo sulla mostra "Le stanze segrete di Vittorio Sgarbi", attaccandola con veemenza.  Scopri di più sul Corriere di Novara in edicola domani, giovedì 23 novembre

Torna a Novara la "Vetrina dell’Eccellenza Artigiana"

| Appuntamenti NOVARA - Torna l’appuntamento con la “Vetrina dell’Eccellenza Artigiana”, la manifestazione dedicata alle produzioni artistiche e tipiche di qualità riconosciute con il prestigioso marchio “Piemonte Eccellenza Artigiana” e organizzata dalla Camera di Commercio di Novara, in collaborazione con Confartigianato Imprese Piemonte Orientale, CNA Piemonte Nord e con il patrocinio del Comune di Novara.L’apertura ufficiale dell’evento è prevista sabato 25 novembre alle ore 10. La mostra mercato, ad ingresso libero, sarà aperta al pubblico fino alle ore 20 di sabato e dalle ore 10 alle 19 di domenica 26 novembre, presso la Sala Borsa in Piazza Martiri a Novara. «In un’epoca dominata dalla dimensione immateriale, l’artigianato ha il merito di ricordarci l’importanza della manualità, del lavoro fatto a regola d’arte, espressione di uno standard di qualità superiore» commenta Maurizio Comoli, presidente della Camera di Commercio di Novara. «Sono questi elementi infatti a rendere la nostra manifattura unica e affascinante per un numero sempre crescente di persone che cercano prodotti fatti di storia e di cultura, di tradizioni e di emozioni. La passione per l’eccellenza che contraddistingue la maestria artigiana è talvolta confusa con la nostalgia per i prodotti e i mestieri di un tempo: l’artigianato è invece sinonimo di creatività, del saper guardare al passato con occhi capaci di innovare e migliorare continuamente se stessi e il proprio lavoro».Una trentina le aziende espositrici, provenienti principalmente dal Novarese, ma anche da altre cinque province del Piemonte, che presenteranno prodotti di pregio dei diversi settori di lavorazione, dall’alimentare alla ceramica, dal vetro al legno, senza dimenticare la tessitura, l’abbigliamento, i metalli e le altre attività artistiche tipiche.Ad animare la manifestazione anche diversi “work show” curati dagli stessi artigiani, i quali si cimenteranno in dimostrazioni e lavorazioni in diretta relative ai diversi settori di eccellenza. «La rassegna Vetrina dell’Eccellenza Artigiana si ripropone al pubblico confidando sulla qualità del prodotti esposti, la professionalità degli artigiani presenti, la tradizione di una rassegna che si è sempre confermata gradita e attesa, nel clima particolare che annuncia il prossimo Natale» sottolinea Michele Giovanardi, presidente di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale.  «Nel salotto buono della città si potranno trovare merci preziose e rare, rese uniche dalla sapienza dei maestri artigiani».Donato Telesca, presidente di CNA Piemonte Nord, aggiunge: «La Vetrina dell’Eccellenza Artigiana ha il pregio di dare l’opportunità alle imprese eccellenti di presentarsi ad un vasto pubblico e di vendere le proprie produzioni di straordinaria qualità in un periodo dell’anno particolarmente favorevole agli acquisti come quello natalizio. Come CNA Piemonte Nord ci auguriamo che nei prossimi anni questa bella manifestazione possa ripetersi in seguito alla fusione, ormai programmata, della nostra Camera di Commercio con quelle vicine».

In vigore a Novara l'ordinanza sullo sgombero neve

| Novara Città NOVARA - E’ in vigore della giornata di ieri, martedì 21 novembre, l’ordinanza del sindaco Alessandro Canelli per lo sgombero della neve. Il provvedimento, valido su tutto il territorio comunale con decorrenza immediata e fino al 28 febbraio salvo necessarie proroghe, prevede che i proprietari, i possessori e gli amministratori di edifici, in caso di neve, debbano “provvedere a loro cura e spese e non più tardi delle ore 9  allo sgombero della neve dai marciapiedi e dalle banchine stradali adiacenti ai rispettivi edifici, per tutta la larghezza se si tratta di marciapiedi rialzati, e per la larghezza di metri 1.3 negli altri casi, e a tenere gli stessi continuamente sgomberi”. Balconi e davanzali dovranno essere “spazzati dalla neve prima che siano iniziati i lavori di sgombero delle strade da parte del Comune”. La neve potrà essere “gettata o accumulata sul suolo pubblico ma in modo da non recare danno ne’ molestia ai passanti”. Gli automobilisti saranno tenuti a osservare gli articoli 140 e 141 del Codice della strada considerando presente le modificate condizioni di aderenza dei mezzi al manto stradale. La mancata osservazione dell’ordinanza verrà sanzionata a livello pecuniario a norma di legge.

Quadro di notevole valore sparì dall’ospedale: in tre a processo

| Cronaca NOVARA, E’ stato aggiornato al 17 aprile, in Tribunale a Novara, il processo relativo al furto di un quadro di notevole valore, asportato dall’ospedale Maggiore della Carità. Si tratta del ritratto di Giovanni Loveri, opera pittorica risalente a fine 1800; un furto che si è consumato il 20 novembre 2014 dal corridoio della direzione generale del nosocomio cittadino. Una sottrazione che fu immediatamente scoperta e che consentì, in quell’occasione, di scoprire anche una serie di furti di prodotti tipicamente ospedalieri, come fasce, lame per rasoi, cerotti. Un episodio su cui indagò la Polizia di Stato di Novara. Un’indagine che portò a ritrovare il quadro, che è stato riconsegnato ai legittimi proprietari, e a scoprire come dietro a quella sottrazione ci fosse il personale delle pulizie di una cooperativa. Alla sbarra, per quel furto, si trovano tre persone. Il nosocomio si è costituito parte civile. mo.c.

Estorce 600 euro alla sua vittima: condannato a 2 anni e 2 mesi

| Cronaca NOVARA, Due anni e due mesi per estorsione. E’ la condanna inflitta, martedì in tarda mattinata in camera di consiglio in Tribunale a Novara, nei confronti di M.A., marocchino di 28 anni, domiciliato in città. L’uomo è assistito dall’avvocato Pamela Ranghino e ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato. Stando all’accusa avrebbe estorto 600 euro alla sua vittima. In base alle contestazioni, il 28enne avrebbe minacciato, sia di persona sia telefonicamente e in più occasioni, la sua vittima, pur di ottenere il contante poi avuto. I 600 euro estorti sarebbero dovuti essere un saldo di un debito contratto dalla vittima per l’acquisto di stupefacente, peraltro di importo decisamente inferiore e pari, invece, a circa 150 euro. Il difensore aveva chiesto l’assoluzione. mo.c. Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola giovedì 23 novembre

“Così si fa orientamento per le scelte future”

| Generale Non solo un aiuto a trovare lavoro dopo il diploma ma, da oggi, anche opportunità di crescita attraverso un progetto di comunità. All’Iti Omar cinque ragazzi neo diplomati stanno provando questa nuova formula di tirocinio potenziato attraverso il progetto CivicNeet, promosso a Novara dall’associazione Territorio e Cultura. E grazie a loro gli studenti delle classi quarte avranno un aiuto in più per orientarsi nelle scelte post esame di maturità.La cura del percorso post-diploma dei propri studenti è già tempo un “marchio di fabbrica” dell’Iti Omar. Dal 2014 è attivo all’interno dell’istituto uno sportello per i servizi al lavoro, che mette in contatto le aziende del territorio con i propri neodiplomati. Il risultato? La quasi totalità dei ragazzi trova un tirocinio in tempi brevissimi. “E il 95% di loro viene inserito in azienda stabilmente dopo il primo contratto” assicura il preside, Franco Ticozzi. Non a caso l’anno scorso l’istituto novarese è stato premiato perché risulta essere la scuola italiana che riesce ad inserire più diplomati nel mondo del lavoro. Vittorio, Francesco, Iacopo, Pietro e Valentina – i cinque ex studenti coinvolti nel progetto – ne sono l’esempio: tutti hanno già cominciato uno stage, alcuni di loro hanno sostenuto il primo colloquio addirittura una settimana dopo l’esame di Stato o erano già in contatto con un’azienda specifica dopo il periodo di alternanza scuola/lavoro. “Non pensavamo di trovare un impiego in tempi così brevi  - ammettono gli stessi ragazzi – E per fortuna non abbiamo trovato questa grande distanza tra scuola e mondo del lavoro”. Del resto da anni l’Iti Omar punta moltissimo sulla preparazione pratica. “Avere le idee chiare sul proprio futuro e competenze ben orientate sono una chiave di successo” evidenzia Alessandro Zanoni della cooperativa Aurive, che gestisce il servizio per il lavoro all’interno della scuola.La positiva esperienza dei cinque ex studenti vuole essere un aiuto anche per chi è ancora sui banchi. Il “progetto di comunità”, realizzato da CivicNeet in collaborazione con la cooperativa Aurive prevede infatti una serie di incontri-laboratorio con gruppi di studenti di quarta. “Abbiamo scelto questa fascia d’età in collaborazione con la professoressa Antonella Giuliano, responsabile dell’orientamento – racconta Giacomo Balduzzi dello staff di CivicNeet – perché i ragazzi non sentono ancora il peso della maturità imminente e possono concentrarsi meglio sul loro percorso post diploma. Siamo certi che la condivisione di esperienze tra pari favorirà la riflessione critica e la consapevolezza per le scelte future”. Inoltre, questa esperienza innovativa vuole rafforzare ancora di più il legame tra studenti e scuola: “La scuola non è solo un servizio, ma può e deve essere una comunità” conclude il preside, Franco Ticozzi.  l.pa.
22-06-2016
| Il rapinatore dell' MD
17-06-2016
| Bullismo: tre misure cautelari nei confronti di tre ventenni 
06-06-2016
| Rave party Granozzo
28-05-2016
| My Sweet Moon Dena 2016
26-05-2016
| Azzurro Valzer trailer
Vai alla sezione Fotogallery completa » Guarda tutti i video »
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
^ Top
"POPUP"