Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 01 luglio 2015

Serravalle Sesia: finanziere novarese salva dal canale una donna

| Cronaca NOVARA – Un finanziere in servizio al comando provinciale di Novara, il luogotenente Giampiero Fede, libero dal servizio, mentre percorreva con la sua auto la SP 299 nel tratto che attraversa il comune di Serravalle Sesia, nel Vercellese, ha notato sulla destra della carreggiata una signora che, in maniera animata, richiamava l’attenzione dei passanti e, nel contempo, indicava la sponda del canale artificiale che scorre lungo la strada.Ha deciso così di accostare immediatamente l’auto e di scendere per verificare cosa stesse accadendo. La signora gli faceva notare che sotto una passerella posta sopra al canale artificiale era bloccata, completamente immersa nell’acqua, una persona che, presumibilmente, era caduta nel canale e chiedeva aiuto. L’ispettore attivava prontamente i soccorsi, ai numeri di 112 e 118. Considerato che in quel tratto del canale l’acqua supera i due metri di altezza, la temperatura della stessa è piuttosto bassa e la corrente intensa, la donna, che era aggrappata con la mano a un piccolo appiglio della passarella, non sarebbe stata in grado di resistere a lungo in quelle condizioni.L’ispettore, quindi, avendo cercato di attirare più volte l’attenzione della stessa per sincerarsi delle sue condizioni di salute senza ottenere alcun tipo di risposta, ha deciso di tuffarsi nel canale per prestare soccorso alla donna che, a causa dello sforzo protratto per lungo tempo, stava per mollare la presa. Il graduato, nonostante la forte corrente dell’acqua, è riuscito ad afferrare la donna e, con estrema difficoltà, trarla in salvo con l’ausilio di altre persone sopraggiunte nel frattempo. La malcapitata è stata quindi sdraiata a terra e ha ricevuto i primi soccorsi in evidente stato confusionale. L’ispettore ha cercato di identificarla chiedendole il nome e un recapito dei familiari per avvisarli. Dopo circa dieci minuti di richieste insistenti la donna, con voce flebile, ha riferito le proprie generalità e quelle dei familiari e un numero di cellulare di questi ultimi. Il militare, pertanto, ha contattato l’utenza segnalata e dopo circa 15 minuti è giunto sul posto un familiare. Successivamente sono arrivati anche i soccorsi del 118 e una pattuglia del 112 dei Carabinieri della Stazione di Serravalle Sesia. mo.c.

La Biteg torna in Piemonte

| Economia e politica A pochi giorni dalla chiusura di Expo 2015 (esattamente dal 23 al 26 ottobre) il Distretto dei Laghi ospiterà la Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico, uno dei più importanti eventi del settore. L’annuncio è arrivato proprio di recente nella cornice dell’Expo di Milano a Palazzo Italia. Tra le novità dell’edizione 2015, la collaborazione di TTG Italia per l’organizzazione del workshop B2B che, visto il sempre maggiore interesse verso i mercati esteri da parte degli operatori di settore, coinvolgerà solo buyer internazionali in arrivo da ogni parte del mondo e seller da tutte le regioni d’Italia. Da quest’anno, poi, anche BITEG utilizzerà il sistema degli appuntamenti on line messo a punto da TTG Italia, uno strumento strategico che permette ai seller di prenotare in anticipo gli incontri con i buyer di interesse, in modo da rendere più proficua la partecipazione alla manifestazione e ottimizzare il tempo dedicato alla selezione dei contatti. “In Piemonte l’enogastronomia rappresenta la terza motivazione di viaggio, dopo relax e cultura, ma sale al primo posto per chi sceglie di soggiornare nelle nostre colline Unesco - sottolinea l’assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte, Antonella Parigi - Un’eccellenza che coinvolge, però, tutto il territorio e che qui in Expo ha visto protagonista, con i paesaggi del vino di Langhe-Roero e Monferrato, anche quelli delle risaie di Vercelli, Biella e Novara, e i tanti sapori che nascono nella nostra terra, compreso quello del cioccolato di Torino. Per la prossima edizione di BITEG ci sposteremo dalla cittadella di Expo solo pochi chilometri, portando la Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico nella suggestiva cornice del Distretto dei Laghi, fin dall’800 meta del grand tour dell’aristocrazia europea e luogo che, accanto a importanti produzioni tipiche, vanta alcuni dei più noti chef stellati d’Italia”.  "Ospitare la Biteg nell'anno di Expo sarà sicuramente una grande vetrina per tutto il nostro territorio e i suoi prodotti" - commenta il presidente del Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell'Ossola, Antonio Longo Dorni - "e in questi giorni sono in corso alcuni sopralluoghi per definire le location per gli incontri tra operatori e gli eventi"."Un successo per il territorio" -  è il commento del consigliere delegato del Distretto, Oreste Pastore - che corona  le numerose attività che la nostra Agenzia Turistica Locale sta svolgendo in questi mesi nel cuore del sito espositivo di Expo". Il prodotto “Enogastronomia” è considerato, a livello internazionale, un aspetto fondamentale del Made in Italy, insieme ad Arte e Moda. Negli ultimi dieci anni, il numero di turisti gourmand è raddoppiato, a conferma del fatto che cibo e vino sono tra le motivazioni più importanti per la scelta della destinazione (Fonte: Ciset 2013), ma soprattutto al primo posto nel livello di soddisfazione espresso verso il viaggio. Attualmente i viaggiatori del gusto rappresentano in Italia il 5% del totale, pari a 18 milioni di presenze nelle strutture ricettive, di cui più della metà (oltre undici milioni) provengono dal mercato straniero, in particolare Francia, USA, Regno Unito e Paesi Bassi. In Piemonte, nel 2014, le colline Unesco e il prodotto enogastronomico si confermano una meta sempre più internazionale, con un incremento generale degli arrivi del 2% circa e oltre 1,6 milioni di pernottamenti, metà in arrivo dall’estero. In testa Svizzera, Germania e BeNeLux, con una buona crescita di Usa e Regno Unito e il boom della Cina, mercato emergente con una crescita delle presenze che sfiora il 50%. Il turista enogastronomico è anche fra quelli che spendono di più una volta arrivati nel nostro Paese, con una media giornaliera di €105 euro (Fonte: Banca d’Italia). Oltre 24 miliardi di euro la cifra investita dai turisti nazionali ed esteri in ristoranti e trattorie e nell’acquisto di prodotti tipici (Indagine Colidiretti). Per quanto riguarda l’identikit dei foodies, il profilo sociodemografico rivela che sono per il 54% uomini e per il 46% donne, compresi soprattutto nella fascia d’età 35-44 anni e con un diploma di scuola superiore (Ricerca Episteme 2013).  v.s. 

«Bilancio in equilibrio che garantisce capacità di spesa»

| Territorio TRECATE – Si riunirà domani sera, giovedì 2 luglio, a partire dalle ore 20 il Consiglio comunale chiamato a discutere e approvare il bilancio di previsione.  All'ordine del giorno la discussione e l'approvazione del documento di programmazione finanziaria che rispetta norme e limiti di spesa, «grazie ad un attento lavoro da parte degli uffici che con dedizione ed efficienza hanno lavorato in questi mesi» come ha ricordato il primo cittadino Enrico Ruggerone evidenziando che «nonostante le oggettive difficoltà che tutte le amministrazioni incontrano in questo periodo, questo bilancio trova equilibrio garantendo comunque capacità di spesa». Lo sforzo di razionalizzazione, infatti, ha prodotto ad esempio una riduzione del 3,6% della Tari, ma anche una capacità di investimento di circa 100mila euro in opere pubbliche per il triennio 2015-2017.  All’ordine del giorno tra i vari punti nello specifico l’approvazione del “Piano delle alienazioni e valorizzazione del patrimonio degli Enti Locali”; la verifica della quantità e qualità aree da destinare alla residenza, alle attività produttive e terziarie, da cedere in proprietà o in diritto di superficie; approvazione della nuova convenzione Commissione Paesaggistica Intercomunale tra i Comuni di Trecate, Cerano, Romentino e Sozzago. v.s.

Federalberghi lancia la campagna “Fatti furbo!” (VIDEO)

| Economia e politica NOVARA - A partire da oggi, 1º luglio, chi viaggia per vacanza o per lavoro in Italia potrà beneficiare di un’importante novità: gli alberghi italiani, se contattati direttamente, potranno offrire condizioni migliorative rispetto a quelle pubblicate sui grandi portali di prenotazione (Booking, Venere, ecc.). “Non tutti sanno che quando un portale promette il miglior prezzo in realtà sta dicendo che ha proibito all’albergo di offrire un prezzo più conveniente sul proprio sito internet - spiega Giuseppe Leto Colombo, presidente di Federalberghi Novara- In seguito all’azione di Federalberghi, dal 1° luglio entrerà in vigore un provvedimento dell’Antitrust che consentirà agli alberghi di proporre ai clienti prezzi preferenziali attraverso vari canali, come mail, sms e messaggi istantanei. Ma c’è di più, perché Federalberghi ha presentato ricorso al TAR del Lazio per chiedere la definitiva abolizione dei patti di parity rate che non consentono all'albergo di pubblicare sul proprio sito internet prezzi più vantaggiosi per la clientela di quelli applicati attraverso i portali di prenotazione. Una situazione che crea evidenti limitazioni all’autonomia delle strutture ricettive e che contiamo di poter al più presto superare”. Federalberghi lancia quindi per l’estate la campagna “Fatti furbo!” e suggerisce ai clienti di prenotare direttamente presso gli alberghi dapprima consultando il sito dove potranno esserci offerte non presenti sui grandi portali ai quali gli alberghi non sono più obbligati a conferire tutti i propri prodotti. Se questa prima ricerca non genera il risultato auspicato, si consiglia di telefonare o inviare una mail direttamente all'albergo e domandare se nel giorno di interesse sono disponibili soluzioni più convenienti rispetto a quelle poste in vendita sui grandi portali.  v.s. 

Sequestrato appartamento a ‘luci rosse’ a Novara

| Cronaca NOVARA – Appartamento posto sotto sequestro nella giornata di oggi, martedì 30 giugno (foto Martignoni), in via Cavalieri di Vittorio Veneto, zona Bicocca, a Novara. A porre i sigilli all’alloggio, un vero e proprio appartamento a luci rosse, i carabinieri dell’Aliquota operativa del comando provinciale di baluardo Lamarmora.Si tratta di un altro tassello dell’ampia indagine che i militari hanno in atto da un po’. Dopo i centri massaggi cinesi, dove in realtà si fornivano prestazioni sessuali, infatti, la gestione della prostituzione orientale sembra essersi definitivamente ‘traslocata’ in alloggi e case.I militari hanno trovato diverso materiale, anch’esso sequestrato, e anche una somma in contanti, probabile frutto dell’attività condotta nell’alloggio. Due persone sono state denunciate.Una ragazza cinese per favoreggiamento (pare abbia fornito false informazioni) e un novarese per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione (è il titolare dell’appartamento). All’interno, nel momento del ‘blitz’ dei carabinieri, la ragazza e un cliente. mo.c.

Due giovani novaresi individuati come i presunti imbrattatori delle pareti delle Poste centrali

| Cronaca NOVARA – La Polizia locale di Novara, con gli agenti del Nucleo operativo, esaminando una serie di filmati delle telecamere collocate nella zona, è riuscita a individuare i presunti autori delle scritte apparse negli scorsi giorni sulla facciata delle Poste Italiane di largo Costituente. Le scritte, ‘Lisca’ e ‘Nekos’, sarebbero state apposte sulle pareti con delle bombolette di vernice da due giovani, entrambi novaresi, ora indagati. Uno, come riferisce anche il sindaco Andrea Ballarè, sulla sua bacheca ufficiale di Facebook, è uno studente, un altro un ragazzo in attesa di occupazione. Entrambi provengono da famiglie della Novara Bene, famiglie agiate e senza particolari problemi. Tutti e due, maggiorenni, classe 1993 e 1994, pare abbiano precedenti per imbrattamento.Soddisfatto il primo cittadino, “per l’ottimo lavoro svolto dalla Polizia locale”. mo.c.

In un’auto un coltello da 35 centimetri. E’ successo nell’Aronese

| Cronaca INVORIO – Un 29enne residente a Invorio, nel Novarese, è stato denunciato dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Arona perché nella notte tra lunedì 29 e martedì 30 giugno, ad Arona, intorno alle 2,30, in via Martiri, è stato rintracciato dai carabinieri mentre arrecava disagio ai residenti.I militari erano stati chiamati per alcuni forti schiamazzi (in zona da alcune settimane si segnalano anche una serie di atti vandalici). L’uomo è stato denunciato per ubriachezza molesta e disturbo della quiete pubblica. Sempre questa notte, intorno alle 3, lungo la statale 33, a Dormelletto, un 22enne di Cuggiono è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Alla guida della sua Opel Corsa ha rifiutato di sottoporsi inizialmente al controllo. Oltre alla denuncia, per lui, anche sequestro dell’autovettura. A Gattico, invece, lunedì 29 giugno in prima serata, in un controllo della circolazione stradale, i carabinieri del Nor di Arona hanno trovato un 47enne di Meina che aveva con sé, nella sua Fiat Panda, un grammo di hashish. E’ stato segnalato alla Prefettura come assuntore di droga ed è stato denunciato per guida sotto effetto di droghe. Per lui ritiro della patente e sequestro dell’auto. Domenica 28 giugno, invece, sulla statale del Sempione, in serata, i militari hanno scoperto su un’auto di passaggio un coltello lungo ben 35 centimetri tra impugnatura e lama. Lo deteneva un giovane cinese residente a Borgo Ticino. E’ stato denunciato per porto abusivo d’arma bianca. L’arma, ovviamente, è stata sequestrata. mo.c.

Arona: in stato di ebbrezza in un bar, danneggia il locale

| Cronaca ARONA – Intervento dei carabinieri intorno alle 22 di domenica sera 28 giugno in un bar di Arona, nel Novarese.Un 38enne residente nel comune aronese, in evidente stato di ebbrezza alcolica, è entrato in un locale di via Torino, il bar Manao, e subito ha iniziato a offendere tutti i presenti. A quanto appreso, però, non si è fermato solo a questo. Pare abbia lanciato giù dal bancone il registratore di cassa e, non contento, ha rotto la porta d’ingresso, che ha rimediato delle crepe ai vetri a seguito di alcuni cazzotti dell’uomo. Una serata che ha cagionato un danno da duemila euro ai titolari del bar.Sul posto i militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Arona, che ha calmato l’uomo, fermandolo. E’ stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamenti. Per lui anche una multa per ubriachezza molesta in luogo pubblico. mo.c.
QUIAPP_HOMEPAGE
itof - sotto scoop
26-06-2015
| Controlli prevenzione territorio Polizia 
20-04-2015
| Agognate: container a fuoco nell'area del campo nomadi
26-03-2015
| Pronto Corriere.... Risponde Faragò
20-03-2015
| “Girotondo in Arancione” in Piazza Duomo a Novara 
26-02-2015
| INTERVISTA A AGOSTINO GAROFALO (NOVARA CALCIO)
Vai alla sezione Fotogallery completa » Guarda tutti i video »
Foglio serramenti - sopra i piu letti
Locauto - sotto i piu letti
^ Top
"POPUP"