Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 01 maggio 2016

“Più valore al lavoro”: sindacati in piazza per il 1° Maggio

| Economia e politica ‘Più valore al lavoro. Contrattazione, occupazione, pensioni’ sono queste le parole d’ordine scelte da Cgil, Cisl e Uil per celebrare il 1° maggio 2016. «Non solo parole d'ordine - spiegano le organizzazioni sindacali - ma l'agenda delle priorità per rilanciare un Paese che fatica a ripartire, agenda che abbraccia ed include l'intera società perché la reale uscita dalla crisi la avremo solo quando nessuno rimarrà indietro; agenda che mette al centro il lavoro dignitoso che è solo quello costruito sui diritti e su retribuzioni eque; agenda che si propone di affrontare il tema fondamentale delle pensioni sia per quanto riguarda l'uscita dal mondo del lavoro che per il trattamento economico, andando al superamento degli effetti della legge Fornero, introducendo una reale flessibilità in uscita e la corretta rivalutazione delle pensioni più basse». Agenda «che si pone l'obbiettivo di porre le basi per un nuovo patto generazionale instaurando politiche che non siano esclusivamente di emergenza ma proiettate sul lungo periodo».Quest’anno la manifestazione provinciale organizzata dalle tre sigle sindacali per la Festa del lavoro si terrà a Novara. Il corteo, accompagnato dalla marching band “88 Folli”, attraverserà le vie della città partendo da piazza Cavour alle ore 9.30, e raggiungerà piazza Gramsci, per gli interventi di due delegati, l’illustrazione della situazione territoriale a cura del segretario generale Uil Novara Verbano Cusio Ossola Raffaele Arezzi e l'intervento conclusivo della giornata che sarà affidato a Serena Sorrentino della Segreteria nazionale della Cgil; modererà il segretario generale Cisl Piemonte Orientale Luca Caretti. Sempre nel Novarese, sono previste manifestazioni a Carpignano Sesia, dove parlerà Antonio Manfredi della Fnp Cisl del Piemonte Orientale, e a Romagnano Sesia.Nel Vco invece la manifestazione si terrà ad Omegna, in piazza XXV Aprile, dove l’intervento (alle 11) sarà tenuto da Claudio Stacchini, segretario Cgil Pie- monte. Sempre domani, a Torino, saranno premiati i nove - due donne e sette uomini - nuovi “maestri del lavoro” delle province di Novara e del Verbano Cusio Ossola. Si tratta di Lorenza Bruga, novarese, mechanical staff supervisor & training leader alla raffineria Sarpom di Trecate; Marino Celant, di Bogogno, esperto di sicurezza digitale, responsabile “W-w cyber security” presso Agusta Westland; Luigina Chiappini, di Novara (Pernate), impiegata responsabile dell’ufficio di patronato dell’Unione provinciale agricoltori; Gianfranco Godio, di Gattico, dirigente responsabile per le attività di aggiornamento e migliorie elicotteri militari A129 e NH 90 presso Agusta Westland; Maurizio Grignaschi, di Verbania, geometra impiegato presso GP. Pedretti di Verbania; Dario Marchetti, di Domodossola, i m p i e g at o p re s s o “ G i a - comini comm. Alberto” di Piedimulera; Renato Nominelli, di Vicolun- go, impiegato per 40 an- ni presso Unico - La Far- macia dei farmacisti spa; Roberto Nonnis, di Or- navasso, autista di mezzi d’ opera presso "Giacomini comm. Alberto” srl; Nevio Rabogliatti, di Villadossola, capo officina meccanica per mezzi d’ opera presso “Giacomini comm. Alberto” srl. I nove neo-maestri del lavoro di Novara e Vco saranno premiati - insieme a tutti gli altri insigniti piemontesi (sono 85 in tutto) - con la Stella al merito del lavoro, l'onorificenza conferita con decreto del presidente della Repubblica. La cerimonia si terrà domani, domenica 1° maggio, al ''Conservatorio Verdi'' di Torino. Laura Cavalli

Pari a reti bianche per il Novara a Trapani

| Sport Trapani: Nicolas, Perticone, Pagliarulo, Camigliano (1’ st Scozzarella), Fazio, Barillà (23’ st Coronado), Nizzetto, Eramo, Rizzato, Citro (41’ st Montalto), Petkovic. All.: Cosmi Novara: Da Costa, Mantovani, Vicari, Troest, Dickmann, Casarini, Buzzegoli (25’ st Viola), Faragò, Lanzafame (39’ st Adorjan), Corazza (23’ st Evacuo), Gonzalez. All.: Baroni Arbitro: Aureliano di Bologna  TRAPANI – Un buon Novara, soprattutto nel primo tempo, porta via un punto a Trapani pareggiando a reti inviolate. Il Novara pur in emergenza, per le tante assenze, fin dalle prime battute sceglie di giocare senza remore e pur  coprendosi non rinuncia ad attaccare creando diverse occasioni. La più clamorosa al 30’ del primo tempo quando Faragò dopo una bella azione personale colpisce la traversa con un forte tiro, sulla respinta Corazza non centra la porta. Nella ripresa il Novara sembra più prudente e il Trapani preme di più. Al 30’ miracolo di Da Costa che d’istinto para di piede su tiro ravvicinato di Petkovic. Con il passare dei minuti subentra nelle due squadre la paura di perdere e il ritmo sembra rallentare anche se non mancano improvvise fiammate in attacco da entrambi le parti, ma il risultato non si sblocca e alla fine il pari muove la classifica.m.d.

“Caro amico ti scrivo”, concorso alla San Vincenzo

| Novara Città NOVARA - Un concorso letterario per far riscoprire ai bambini la bellezza del prendere una penna in mano per scrivere una lettera, per raccontare le proprie emozioni su un foglio bianco diretto a un amico, a un fratello, a un cugino lontano. Questo è stato l’obiettivo della prima edizione del concorso “San Vincenzo Caro amico ti scrivo. Impariamo di nuovo a scrivere lettere”. Un’iniziativa originale che ha coinvolto i bambini dell’istituto San Vincenzo di via Canobio 11 (la scuola elementare), che, forse per la prima volta, si sono trovati davanti a un foglio cui confidare i propri pensieri: loro, la generazione degli sms, dei whatsapp, della comunicazione via rete e che mai, probabilmente, hanno visto prima una lettera. A presentare il concorso, che si è svolto in queste settimane, la dirigente scolastica, suor Giuse Marzagalli, alla presenza della giuria che ha esaminato tutte le lettere, commoventi e ricche di sentimenti (la scrittrice Maria Paola Colombo, l’assessore all’Istruzione, Margherita Patti, la postina Melania Zambon, Maria Chiara Proverbio e Roberta Pellati della cooperativa Prisma e le giornaliste Monica Curino e Valeria Abate). «L’intento del concorso – ha spiegato suor Marzagalli – è stato quello di far riscoprire la bellezza dello scrivere una lettera. Con il concorso si sono potuti confrontare con lettere e buste, cui hanno apposto francobolli da loro realizzati. Abbiamo recuperato un modo molto sentito e importante di scrittura». I nomi delle migliori espressioni si conosceranno il 4 maggio. I bambini saranno premiati poi alla festa della scuola del 9 giugno. mo.c.

A Galliate la casa che si “mantiene” da sè

| Economia e politica GALLIATE - Marco Panebianco aveva un sogno: trasformare un cassero, un fienile come ce ne sono tanti nelle cascine della pianura Padana, nell’abitazione per la sua famiglia.Ma Panebianco, ingegnere attento all’ambiente e alla sostenibilità ambientale, membro molto attivo della consulta dell’ambiente del Comune di Galliate è andato oltre: grazie all’incontro con un team di progettisti e di tecnici che l’hanno indirizzato, oggi ha una casa “attiva”, una casa che produce più energia di quanto ne consuma, una casa che si può definire a “impatto 0”. Tutto questo importante lavoro è stato presentato pubblicamente venerdì 22 aprile presso la sala consiliare del Castello. Alla serata, oltre a Marco Panebianco, sono intervenuti l’assessore alle politiche sociali, della famiglia e della casa della Regione Piemonte Augusto Ferrari, il sindaco di Galliate Davide Ferrari, Giuseppe Ceffa ingegnere che si è occupato della progettazione architettonica e strutturale, Catello Soccavo, ingegnere che ha seguito la progettazione energetica, Pietro Garibaldi, ingegnere termotecnico che si è occupato del calcolo dinamico e del sistema di monitoraggio energetico, Laura Petrilli, architetto che ha seguito tutti gli aspetti riguardanti il contenimento energetico, Giuseppe Calcagno, progettista del sistema demotico di controllo, e automazione della casa e infine Vincenzo Africano, titolare dell’omonima impresa edile che supportato dal fratello Giuseppe Africano e da Michel di Bella hanno dato vita alla realizzazione della casa seguendo le direttive del nutrito team di tecnici.In apertura, l’assessore Augusto Ferrari in rappresentanza della Regione Piemonte che ha conferito il patrocinio a questa iniziativa, ha evidenziato come questo esempio di riqualificazione, di progettazione e di tecnologia in un futuro potrà essere utilizzata anche per l’edilizia pubblica e per l’edilizia sociale per far sì che vengano salvaguardati i costi di gestione e l’ambiente. Davide Ferrari ha sottolineato che questa iniziativa è stata promossa la fine di sensibilizzare tutti coloro che hanno intenzione di costruire o ristrutturare un’abitazione seguendo la strada tracciata da Marco Panebianco.La serata è proseguita con gli interventi di tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questo progetto, entrando nel merito, ognuno per le proprie competenze, delle peculiarità adottate al fine di raggiungere l’obiettivo prefissato: recuperare un edificio esistente mantenendo la forma e le dimensioni, utilizzare materiali comunemente usati in campo edilizio e raggiungere un alto livello di efficienza energetica per poter certificare la struttura come “casa attiva”.Di particolare rilievo c’è da segnalare che la casa non è dotata di un impianto di riscaldamento tradizionale ma il comfort è garantito da tre scalda salviette elettrici nei bagni, dagli apporti solari e dalla ventilazione meccanica controllata con recupero di calore.L’acqua calda sanitaria è fornita da una pompa di calore aria-aria, mentre la cucina utilizza piastre ad induzione ad alta efficienza. L’edificio non è allacciato al servizio di forni- tura di gas naturale. Un impianto fotovoltaico garantisce la copertura del fabbisogno annuale di energia elettrica e permette anche di ricaricare le batterie di un’autovettura elet- trica che la famiglia Panebianco ha acquisito pochi mesi fa. Grazie al racconto di tutti i protagonisti di questa avventura il numeroso pubblico che ha riempito la sala consiliare ha potuto avere la dimostrazione che oggi è possibile dare “vita” alla propria abitazione e, seguendo il corso delle stagioni, far sì che la propria casa sia sempre e costantemente un luogo confortevole dove poter vivere.Un esempio di riqualificazione di un patrimonio immobiliare esistente, che sarebbe auspicabile fosse il primo di una lunga serie, nella speranza che la testimonianza di tanti professionisti intervenuti alla serata possa essere da stimolo per altri a intraprendere la scelta fatta da Marco Panebianco. Con la consapevolezza che oggi tutto questo non è un percorso pionieristico ma è una realtà.Andrea Campo

A Galliate il Verdeazzurra day

| Spettacoli e cultura Lunedì scorso, in occasione del 71° anniversario della Liberazione, il viale Beato Quagliotti di Galliate ha ospitato la quinta edizione del “Verde Azzurra Day”. L’iniziativa, promossa dalla Cooperativa Verde Azzurra, presieduta da Italo Fonio, ha visto coinvolte le associazioni sportive e culturali che hanno sede presso l’omonimo bar, oltre ad altre associazioni presenti sul territorio provinciale, per illustrare e promuovere le loro attività. Lungo il viale erano presenti con il loro stand numerosi associazioni tra cui: Uverp Galliate, Società Ciclistica Galliatese, Villa Varzi, Noi come Voi, Comitato Coordinamento Commercianti Galliatesi, Sci club Galliate, Moto Club Achille Varzi, Associazioni Genitori STH onlus, Associazione Numero 79, Team Verdeazzurra MTB Galliate, La Valle del Ticino Mountain Bike, Gruppo Mountain Bike VdT, Inter Club Galliate, La Cuccia, AIDO Galliate, Pallavolo Galliate e PGS I Gabbiani, ASHD Novara, I Folliconi e Karate Club Galliate. Durante la giornata, a partire dalle ore 9.30, le diverse associazioni hanno organizzato una serie di eventi per promuovere le proprie attività e per far conoscere ai visitatori il lavoro che svolgono. A partire dalle ore 11.00, poi, i volontari del gruppo dei Folliconi hanno allestito un’ottima  tavola calda per permettere ai visitatori di approfittare di un pasto all’aperto, grazie anche alla complicità di una splendida e mite giornata primaverile. La manifestazione si è chiusa nel pomeriggio con l’esibizione del Corpo Bandistico Verde Azzurra Città di Galliate, impegnato già in mattinata nel corteo per la commemorazione della Liberazione del 25 aprile. Andrea Campo  

Controlli straordinari dei Carabinieri: sette persone denunciate

| Cronaca NOVARA- Controlli straordinari da parte dei Carabinieri di Novara nelle ultime ore. I controlli sono stati intensificati tanto nel capoluogo quanto anche in provincia. Durante un servizio predisposto, volto in particolare a contrastare i reati contro il patrimonio e a vigilare sui luoghi di maggior afflusso di persone, i militari hanno denunciato 7 persone, anche alcuni giovanissimi.Cinque minorenni, quattro italiani e uno straniero, sono stati denunciati per furto aggravato al supermercato Carrefour. I cinque, tutti residenti a Novara, dopo aver prelevato dagli scaffali e occultato addosso bevande e snack vari, tentavano di eludere il controllo alle casse, ma venivano fermati all’uscita dai militari nel frattempo intervenuti. La refurtiva è stata recuperata e restituita al supermercato.Un 27enne italiano è stato denunciato per porto abusivo di oggetti atti a offendere in Novara. Il giovane, già conosciuto dalle Forze dell’Ordine, è stato sottoposto a perquisizione durante un controllo alla circolazione stradale. E’ stato trovato in possesso di un manganello telescopico, sottoposto a sequestro. Denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti a Bellinzago anche un 20enne di origine albanese, ma naturalizzato italiano, senza fissa dimora. Il giovane è stato sorpreso a cedere un frammento di hashish a un giovane acquirente italiano. La successiva perquisizione personale ha permesso di trovare e sequestrare, suddivisi in dosi di varia grandezza, oltre 45 grammi totali di hashish e denaro contante, ritenuto dagli inquirenti provento dell’illecita attività di spaccio.  Inoltre, solo nella stessa giornata di venerdì, sono stati sottoposti a controllo oltre 130 persone e 55 mezzi.mo.c.

Presentata la lista de “La città in comune”

| Economia e politica NOVARA – Presentazione ufficiale, venerdì pomeriggio 29 aprile, per la lista “La Città in comune”, che, alle prossime amministrative, sosterrà la candidatura a sindaco di Luigi Rodini.Tra i presenti anche Paolo Cattaneo, già consigliere regionale del Pd (che già lo scorso anno si diceva deluso dal partito di Renzi). Da parte di Cattaneo un ringraziamento “ai consiglieri comunali usciti dal Pd. Hanno fatto una scelta coraggiosa e significativa”.Inconsueto il luogo della presentazione: in via Fauser a S. Agabio, davanti a una palazzina dismessa. Un luogo rappresentativo del messaggio politico, spiegano i candidati, “che caratterizza la lista”. Si tratta di un fabbricato ormai vuoto nell’area industriale della città. “È solo uno dei molti immobili abbandonati presenti a Novara e che “La Città in comune” e il suo candidato sindaco vorrebbero riportare al centro dell’attenzione. Il degrado urbano e industriale visibile in molti quartieri collega direttamente i temi del recupero urbano, della bonifica e dello “stop” al consumo di territorio alla questione del lavoro che rappresenta uno dei più importanti aspetti del programma della lista civica”. “È vero – afferma Rodini – molti pongono il problema del lavoro che manca. Ma quale lavoro? Qualche giorno fa la stampa riportava che ci sono amministrazioni pubbliche che usano i voucher. Noi questo non lo faremo mai. Abbiamo bisogno di buona occupazione e questa viene da politiche nazionali (che latitano) e da azioni locali di coordinamento. Per questo la prima cosa che faremo sarà costituire un forte e qualificata agenda operativa – da affidare a un nuovo assessorato al lavoro – che aiuti lo sviluppo della chimica sostenibile, di un polo della moda, della ricerca, dell’agricoltura periurbana e non, delle produzioni culturali, e attui azioni autentiche di formazione e di sostegno anche alle nuove forme d’imprenditoria».Rodini risponde anche a un eventuale ballottaggio: “la lista non è una lista “in appoggio” a Ballarè e perciò nessun apparentamento verrà effettuato in caso di ballottaggio con il sindaco uscente”.La lista dei candidati consiglieri de “La Città in comune” comprende sia persone che hanno avuto ruoli politici e amministrativi sia una maggioranza di neofiti. Sono 16 donne e 16 uomini, il più giovane farà 20 anni a ottobre, il più anziano ha 79 anni. In ordine alfabetico sono: Juri Bertona (classe 1979), Lucia Bonetto (1994), Matteo Luca Burlando (1992), Michela Casella (1953), Giuseppina Cioffi (1948), Ruggero Concone (1937), Antonio Costa Barbè (1954), Marina Costanzo (1965), Massimo Debernardi (1964), Sara De Pieri (1990), Biagio Diana (1955), Roberto D’Intino (1973), Maria Antonia Eremita (1976), Ezio Maria Fabris (1955), Silene Gambino (1995), Gennaro Garia (1956), Chiara Gaudenzi (1975), Emilia Giubertoni (1964), Maria Rita Idone (1955), Roberto Leggero (1963), Corinna Merlo (1958), Alessandro Negri (1950), Matteo Pavesi (1996), Maicol Pozzi (1987), Sara Rinoldi (1974), Maurizio Rizzotti (1959), Mara Sansa (1949), Laura Scaramuzzi (1951), Gregorio Spadafora (1960), Renè Terrasi (1952), Chantal Vernier (1947), Alessandra Zucco (1964).mo.c.

Un viaggio tra elfi e hobbit al Broletto

| Novara Città Un viaggio tra mito e storia con il Fai Giovani Novara. Domani, domenica 1° maggio, il programma culturale offre una full immersion nel mondo di Tolkien con momenti musicali e figuranti. Nel cortile del Broletto di Novara l’evento “Un viaggio nella terra di mezzo” promosso in collaborazione con Ri-Nascita e l'associazione culturale di rievocazione tolkieniana "La Quarta Era". Una nuova iniziativa inserita nel progetto “L’Ottocento novarese. Tra grandi personaggi e istanze di modernità”, promosso dalla Fondazione Amici della Cattedrale in collaborazione con il Comune di Novara e sostenuto da Compagnia di San Paolo. La manifestazione, in programma dalle 10 alle 18 con ingresso libero, sarà dedicata alla letteratura fantastica europea. Il centro storico di Novara sarà invaso da elfi, stregoni, orchi, nani e hobbit che faranno rivivere le avventure dei personaggi de "Il Signore degli Anelli" e de "Lo Hobbit". Anche la conferenza sul romanzo fantastico europeo "Perché devono esistere i draghi: analisi della poetica tolkieniana" con il professor Roberto Fontana alle 16 nel cortile. In chiusura, alle 17, la Corale Universitaria di Torino, diretta dal maestro Paolo Zaltron dell'Associazione dei Cori Piemontesi, proporrà il repertorio "Fantastici suoni, miti, racconti e fantasie britanniche dal XV al XX secolo".e.gr.
19-04-2016
| CONDITIONET PLANET
23-03-2016
| Fai
28-02-2016
| Deragliamento Biella-Novara
05-02-2016
| Vita da Social - Oleggio
01-02-2016
| CARNEVALE AL CENTRO SAN MARTINO
Vai alla sezione Fotogallery completa » Guarda tutti i video »
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
^ Top
"POPUP"