Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

RP
Oggi è... mercoledì, 22 ottobre 2014
manchette sinistra bergamotto
Corriere di Novara
Manchette destra artekasa
 
 
 
 
 
 

Suno, via libera all’impianto a biogas

08-09-2012

Il Comune per compensazione avrà asfaltatura e nuova segnaletica in centro

SUNO – Via libera all’impianto a biogas nel Comune di Suno. L’Amministrazione comunale ha reso noto i dettagli del progetto, che nei mesi scorsi è stato presentato in Municipio e in Provincia dalla Iumagas Bionergy. Il progetto della società di realizzare un impianto in località Baraggioli ha infatti avuto parere favorevole dalla commissione edilizia comunale e le Conferenze dei Servizi, convocate dalla Provincia di Novara con gli Enti Competenti (Arpa, Asl, Vigili del Fuoco...). L’impianto avrò una potenza di 999 KW e produrrà mediamente all’anno oltre 8 milioni di Kw/h. Per funzionare, impiegherà scarti di produzione agricola e liquami che, grazie ad un processo di trasformazione, produrranno appunto del biogas. Questo metano così ottenuto alimenta un motore che produrrà energia elettrica da immettere nella rete di distribuzione ordinaria. Mentre gli scarti della lavorazione, il cosiddetto digestato, potrà essere reimpiegato in agricoltura per la concimazione dei campi. A consegnare gli scarti saranno gli stessi agricoltori locali, per lo più di Suno ma anche dei paesi limitrofi, come già definito in fase istruttoria. Il Comune di Suno fa inoltre sapere che la Iumagas Bionergy avvierà delle opere, quale misura di compensazione per la cittadinanza Sunese. La bozza di convenzione, approvata in Consiglio Comunale nel giugno scorso, prevede che la società realizzi due opere: la prima sarà l’asfaltatura del tratto mancante tra l’area ecologica e l’ingresso dell’erigendo impianto, la seconda è la sistemazione di Piazza Martiri, Piazza XIV Dicembre e del centro storico (via S. Carlo, Via Matteotti, Via Vigne e via S.Maria) mediante segnaletica orizzontale (parcheggi, zone ciclo pedonali), da realizzarsi entro 1 anno dall'avvio dell'impianto. Proprio per questo nei prossimi mesi verrà convocata una specifica Assemblea con i commercianti locali per valutare esigenze particolari di parcheggio e di carico e scarico. Infine, a tutela dei cittadini di Suno, in sede di Conferenza l'Amministrazione Comunale ha richiesto l'inserimento in Autorizzazione di una specifica viabilità che eviti il centro paese, e che preveda le cure manutentive e di bagnatura per la diffusione di polveri in corrispondenza della strada non asfaltata (accesso da via Europa). Per quanto riguarda la viabilità locale è previsto il picco di conferimento in concomitanza del raccolto del mese di settembre/ottobre con numeri elevati di viaggi/giorno, mentre durante l'anno i conferitori saranno le sole aziende di produzione del liquame con 1 viaggio ogni 2 giorni per ciascuna azienda.

Lucia Panagini

Dal Territorio

Vicenda aste truccate a Vinzaglio, ancora un rinvio

Vicenda aste truccate a Vinzaglio, ancora un rinvio
Ancora un rinvio, martedì mattina 21 ottobre, in Tribunale a Novara, per il processo relativo al filone Vinzaglio dell’inchiesta sulla corruzione nel Novarese. Il rinvio a giudizio dei 15 imputati risale al 2012. Da allora sono stati continui rinvii, legati in particolare alle carenze di magistrati che da qualche anno ‘penalizzano’ il Tribunale novarese.(...)

continua »

Altre notizie

Domenico Rossi, consigliere novarese, a Contromafie come rappresentante della Regione

Domenico Rossi, consigliere novarese, a Contromafie come rappresentante della Regione
Come rendere più trasparente l’azione politico-amministrativa di un ente locale? È uno dei quesiti affrontati da Contromafie-gli “stati generali” dell’antimafia convocati dall’associazione “Libera” a Roma da giovedì 23 a domenica 26 ottobre. A rappresentare l’Assemblea regionale del Piemonte è stato delegato il(...)

continua »

Altre notizie

Baveno: ritorno alle origini per Miss Italia (fotogallery)

Baveno: ritorno alle origini per Miss Italia (fotogallery)
Nuovo ritorno alle origini per Miss Italia. Nel 75° anniversario della nascita del concorso, alcune tra le ragazze più belle e più votate dell’edizione 2014 sono tornate a Baveno, a pochi passi dall’incantevole scenario che ospitò l’elezione della prima reginetta dell’allora “5000 lire per un sorriso”, nel 1939.

continua »

Altre notizie

INSERTO    
Shopping Corriere scopri le nostre offerte... >
| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia
Job 360 - Il motore di ricerca del lavoro
Ti interessa questo spazio?
^ Top