Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 18 ottobre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 22 settembre 2017, 12:15 p.

Sequestrato impianto abusivo di smaltimento rifiuti a Novara

Denunciato il titolare dell'impianto e i rappresentanti di 4 ditte

NOVARA, Sigilli a un impianto abusivo di smaltimento di rifiuti a Novara e anche cinque denunce. 

È l'esito di un'operazione svolta negli scorsi giorni dal Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri Forestale di Novara, avviata nel mese di maggio scorso. L’attività aveva consentito di individuare un centro di smaltimento illecito di rifiuti, operante a Novara. Il 29 giugno personale del Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri Forestale di Novara, in forza delle prime risultanze investigative, aveva proceduto a eseguire il sequestro dell’impianto, risultato del tutto abusivo e privo di qualsivoglia autorizzazione ambientale. Dalle indagini era emerso che il centro era preposto a un’attività di gestione e smaltimento illecito di rifiuti.
L’accertamento, oltre al sequestro, ha portato alla denuncia all'Autorità giudiziaria di un cittadino italiano, residente a Novara, risultato essere il titolare dell’impianto. L’accertamento si è, pertanto, concluso con il sequestro dell’area interessata, di circa 7.000 mq., e del mezzo utilizzato per la raccolta dei rifiuti stessi. I sequestri, per tempo, sono stati tutti convalidati. 
I rifiuti gestiti erano elettrodomestici e rifiuti ferrosi di vario genere. L’impianto provvedeva al recupero e alla vendita del materiale ricavato, in assenza di autorizzazione e di ogni requisito di sicurezza a tutela dell’ambiente circostante. L’attività investigativa è stata ulteriormente sviluppata per ricostruire la filiera completa dell’illecito smaltimento. Grazie a tali ulteriori accertamenti è stato possibile identificare altre quattro ditte, tre della provincia di Novara e una di Vercelli. Due delle ditte provvedevano a smaltire i propri rifiuti avvalendosi dell’impianto sequestrato, altre due si rifornivano illecitamente di rifiuti ferrosi da avviare ai rispettivi cicli produttivi.
I rappresentanti legali di tutte e quattro le ditte, tutti cittadini italiani, sono stati denunciati per la gestione e lo smaltimento illecito di rifiuti in concorso col titolare del centro di recupero sequestrato. 
"L’attività è molto importante - riferiscono i Carabinieri Forestali - perché ha consentito di intercettare un canale di recupero e gestione illecita di rifiuti. Il rispetto della piena legalità del ciclo dei rifiuti è condizione necessaria, non solo al fine di assicurarne la migliore gestione a tutela e nel rispetto dell’ambiente, ma anche per garantire la piena tracciabilità del rifiuto, dalla sua produzione sino al suo smaltimento finale".
MO.C.

Articolo di: venerdì, 22 settembre 2017, 12:15 p.

Dal Territorio

A Vicolungo l’addio a Gian Carlo Baragioli

A Vicolungo l’addio a Gian Carlo Baragioli
VICOLUNGO, “Sono parole difficili da dire quelle di oggi. Una vita non può finire così. Se tutto finisse in questo modo, il vivere sarebbe una cosa da ridere. Ma le stesse letture, il nostro essere credenti, il nostro credere, ci fa subito capire che non è così e che anzi ci sarà una vita eterna. Rivedremo Gian Carlo e rivedremo tutti i nostri(...)

continua »

Altre notizie

Igor Volley in festa al Teatro Coccia

Igor Volley in festa al Teatro Coccia
NOVARA - Il Teatro Coccia addobbato a festa, griffato in ogni angolo con il tricolore dello scudetto e gremito in ogni ordine di posto, è stato protagonista anche quest’anno dell’apertura ufficiale, ieri sera, della stagione agonistica della Igor Volley Novara, neo campione d’Italia, con la presentazione della squadra. Anche in questa occasione, Lorenzo Dallari, vice(...)

continua »

Altre notizie

“Non giocarti la vita”, il contrasto alla ludopatia passa per il teatro

“Non giocarti la vita”, il contrasto alla ludopatia passa per il teatro
NOVARA - Si chiama “Non giocarti la vita” il progetto per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo promosso dall’assessorato alle Politiche giovanili in collaborazione con l’assessorato al Commercio. All’interno del progetto rientra lo spettacolo teatrale “Chiamano bingo!” dell’associazione culturale-teatrale(...)

continua »

Altre notizie

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top